News

Padova Urbs Picta patrimonio Unesco, primo sì tecnico in vista del verdetto di luglio

Padova Urbs Picta come patrimonio Unesco: un traguardo – attesissimo – che si fa sempre più concreto. Se il verdetto finale è atteso per luglio, nei giorni scorsi la candidatura ha superato un esame cruciale, quello dell’Icomos, l’organo a cui l’agenzia dell’Onu delega le valutazioni tecniche.

Mentre si lavora al completamento del dossier, il sì tecnico arrivato alla prima valutazione fa ben sperare in vista del pronunciamento atteso fra due mesi. Con l’inserimento degli affreschi di Padova, il Veneto si attesterebbe come la regione italiana con il maggior numero di beni riconosciuti come patrimonio Unesco (i beni attualmente tutelati sono 8, fra questi l’Orto botanico di Padova).

«Anche noi – spiega Luca Veronesi, direttore generale di Padova Hall, società che gestisce il quartiere fieristico e congressuale di Padova – guardiamo con fiducia al pronunciamento dell’Unesco, atteso proprio nelle settimane che segneranno la ripartenza del settore fieristico e mentre è nella fase conclusiva il cantiere per la realizzazione del nuovo centro congressi. Prima dell’emergenza sanitaria la città stava conoscendo una forte crescita degli arrivi e delle presenze anche dall’estero, un riconoscimento per la Cappella degli Scrovegni di Giotto e i cicli affrescati del Trecento a Padova contribuirebbe non poco ad aumentare l’attrattività del territorio».

Per maggiori info: padovaurbspicta.org